A 1 ORA E MEZZO / 2 ORE D'AUTO

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA

Ad un’ora da Manciano, Castiglione della Pescaia, premiata più volte, in ragione della qualità del mare e delle spiagge, con le 5 vele di Legambiente e del Touring Club Italiano. L’importante riconoscimento è stato confermato anche nel 2015. In questa edizione, due spiagge della Toscana hanno ricevuto le 5 vele e otto spiagge le 4 vele, portando la regione nella vetta delle regioni più premiate. Anche per questo riconoscimento la cittadina viene considerata un’esclusiva meta turistica, denominata anche ‘la piccola Svizzera’ per la cura ambientale e delle attrezzature balneari. Grazie alla posizione geografica che la caratterizza è stata scelta più volte per competizioni veliche di alto livello. In prossimità del borgo troviamo la Diaccia Botrona, una delle aree umide per lo svernamento di uccelli acquatici più importante in Italia e anche a livello internazionale.

ORVIETO

Orvieto è una delle città più belle e caratteristiche dell’Umbria. E’ raggiungibile da Manciano seguendo diversi itinerari, che costeggiano il lago di Bolsena, con tragitti in auto di circa un’ora e trenta.
Il borgo sorge su una rupe di tufo spettacolare che domina la valle. Il punto più alto presenta un dislivello di cinquanta metri rispetto alla campagna circostante. Come Civita di Bagno Regio, che sorge non molto lontano, il rilievo su cui Orvieto si colloca è dovuto all’attività di diversi vulcani ora spenti presenti nella zona. Lo stesso lago di Bolsena rappresenta il lago di origine vulcanica maggiore d’Europa.

MASSA MARITTIMA


A poco più di un’ora e mezza di distanza è possibile visitare anche Massa Marittima, centro principale delle colline metallifere grossetane e bandiera arancione del TCI. La bellezza del centro storico è veramente particolare. Questo borgo, ancora relativamente poco conosciuto, è ricco di moltissimi edifici storici di rilievo ed è un vero piacere girare per le sue vie, scoprendo negozi e botteghe. La sua posizione, un tempo strategica, ci offre oggi bellissimi scorci sulla campagna e verso il mare. Evento imperdibile è il Balestro del Girifalco, una delle maggiori rievocazioni storiche della Toscana. Si svolge nella piazza principale della cittadina la quarta domenica del mese di maggio e la seconda domenica di agosto.

MONTE AMIATA

Il Monte Amiata è una splendida montagna rocciosa che sorge al confine tra le due provincie di Siena e Grosseto. Raggiunge un’altezza di 1738 mt sul livello del mare.

Grazie alla natura incontaminata offre molteplici possibilità per escursioni e passeggiate. Presso la Riserva Naturale del Bosco di Rocconi, Oasi del WWF, è possibile incontrare molti animali selvatici, tra cui il raro falco lanario. Visitando i borghi più belli gli appassionati di fotografia troveranno innumerevoli spunti per i loro scatti. In inverno molti  amanti dello sci si dedicano al loro sport preferito sulle piste dell’ Amiata, che vengono innevate anche artificialmente.

Sono molti i paesini ed i borghi che senza alcun dubbio varrà la pena di visitare: Castel del Piano, Arcidosso, Abbadia San Salvatore, PiancastagnaioSeggiano, Monticello Amiata, Santa Fiora e Semproniano, tutti sicuramente molto caratteristici sia per i monumenti che per le numerose feste tradizionali che ospitano. In ogni periodo dell’anno, durante questi eventi, è possibile gustare i prodotti stagionali tipici di queste zone, che in autunno includono funghi porcini, castagne e tartufi.

ROMA

Con un breve tragitto in treno (meno di un’ora e trenta), partendo dalla stazione ferroviaria di Montalto di Castro, è possibile raggiungere Roma. Scendendo alla stazione di San Pietro, vi troverete già in centro.

Per spostarsi consigliamo gli autobus scoperti a due piani, con i quali è possibile raggiungere i punti più importanti della città.

SIENA

Siena dista, a seconda dell’itinerario scelto, tra le due ore e le due ore e mezza da Manciano. In entrambe i casi si ha la possibilità di fermarsi a visitare alcuni tra i borghi più belli della Toscana.
La bellezza della città è universalmente riconosciuta, tanto che il suo centro storico è stato inserito dall’UNESCO nel Patrimonio dell’Umanità.
Il 2 luglio e il 16 agosto si svolge il famoso Palio, la competizione equestre tra le contrade della città che vede le sue origini nel periodo medioevale ed è ancora oggi cosi sentita dalla popolazione, che quando i due genitori di un bambino sono di contrade diverse, l’attribuzione di appartenenza per il nuovo nato diventa una vera e propria questione familiare.
Se preferite esplorare in tranquillità i luoghi che visitate forse è consigliabile stare lontani da queste date. Se invece vi piace sentirvi parte di un luogo, guardandolo attraverso gli occhi dei suoi abitanti, l’atmosfera ‘colorata’ e ‘pittoresca’ dell’evento vi darà emozioni uniche.