Sorano

Sorano è stata soprannominata la Matera della Toscana, perchè la sua collocazione su una rupe tufacea ricorda quella della celebre cittadina delle Marche.

Sorano nacque come antico possedimento della famiglia Aldobrandeschi, ma il suo territorio era già abitato fino dai tempi degli etruschi. Come altri borghi il centro seguì le vicissitudini storiche e politiche della vicina Pitigliano, dove i conti Orsini avevano la loro residenza. Agli Orsini si deve la costruzione delle Mura che resero Sorano un rifugio difficile da espugnare. Come Pitigliano Sorano passò in seguito sotto la guida dei Medici, entrando a far parte del Granducato di Toscana.

Le Mura sono una parte integrante del borgo e ne rappresentano uno degli elementi più caratteristici. Risultano infatti a tratti incorporate nelle pareti esterne di alcuni edifici del centro storico e in alcuni punti continuano la naturale protezione della roccia di tufo.

La Porta di Sopra, o arco del Ferrini, costituisce una delle due porte di accesso al borgo attraverso le mura. Sul lato esterno, è preceduta da una piazza sul cui lato sinistro vi è un sistema di logge dalle quali siosserva un panorama spettacolare: si trova ai piedi della Fortezza Orsini. Una volta attraversata, si entra nel nucleo storico di Sorano, caratterizzato da stretti vicoli, che si adattano ai numerosi dislivelli della rupe e offrono infiniti spunti da fotografare.

La Porta dei Merli, denominata anche Porta di Sotto, si trova ai piedi del Masso Leopoldino. Ai lati della porta sono ancora visibili le aperture verticali per le catene del ponte levatoio. Superata la Porta al di fuori  del centro storico si va verso il fiume Lente che scorre proprio al di sotto del borgo medioevale di Sorano e che rappresenta un percorso di altissima valenza naturalistica, ambientale, storico-culturale ed archeologica.

L’edificio piu’ importante e’ la Fortezza Orsini. Imponente fortificazione composta da un mastio centrale con la piazza d’armi.

Una delle principali attrazioni turistiche del borgo è il Masso Leopoldino, caratteristica fortificazione che domina l’abitato di Sorano dal lato opposto della Fortezza Orsini, costituisce l’avamposto difensivo all’estremità nord-occidentale delle mura.

Nel borgo da visitare e’ anche la Collegiata di San Niccolò. Altri edifici religiosi di interesse sono sparsi nelle varie frazioni.

Una serie di sorgenti termali, note come Terme di Sorano, sgorgano lungo un torrente che scorre a circa 3–4 km a sud del centro del paese.

Nelle vicinanze di Sorano troviamo Vitozza: antica città che si presenta sotto forma di insediamento rupestre, vi si conservano i resti delle due rocche, di una pieve e il caratteristico insediamento rupestre, oltre ad un gruppo di numerosi “colombari”.